Giulio Boccaletti: “Ragazzi, scendiamo in campo in difesa dell’ambiente”


Il cambiamento climatico rappresenta una della più grandi sfide del nostro tempo, che impatta e impatterà – in misura crescente – sulla nostra vita quotidiana. Per i Paesi in via di sviluppo esso rischia di diventare addirittura una questione capace di minare profondamente gli equilibri, portando a problematiche di instabilità sociale.

Fenomeni quali l’aumento delle inondazioni e della siccità, che abbiamo dovuto fronteggiare recentemente anche in Italia, sono sintomi inequivocabili di come il cambiamento climatico stia producendo già effetti tangibili, l’acqua è infatti l’agente del sistema climatico sul territorio, l’elemento attraverso cui il clima si esprime.

A fronte di questo scenario, cosa aspettarci per il futuro? In che modo il cambiamento climatico si tradurrà anche in un impatto economico e finanziario?
E, ancora, quali nuove competenze richiederanno queste sfide per poter essere affrontate? Qual è la percezione dei giovani in merito alle tematiche ambientali e quali sono le criticità che impediscono il generarsi di una vera azione collettiva?

Approfondiamo questi aspetti con Giulio Boccaletti, uno tra i massimi esperti di sostenibilità ambientale, ricercatore onorario presso la Smith School of Enterprise and the Environment, autore del libro “Acqua”, pubblicato alcuni mesi fa in Italia da Mondadori.

Boccaletti ci invita ad acquisire consapevolezza sul tema della sostenibilità, in particolare sulla questione idrica, e a scendere in campo con azioni politiche concrete. Perché ormai non c’è più tempo da perdere.

Di |2024-06-12T20:54:15+01:00Febbraio 1st, 2023|MF|0 Commenti