Contratto a progetto 2017-02-27T18:19:28+00:00

Contratto a progetto

Il contratto a progetto  è un contratto di lavoro “parasubordinato”. Con questo termine si intende un contratto:

• senza vincoli di subordinazione tra datore di lavoro o committente e lavoratore/collaboratore
• con specifiche disposizioni amministrative e previdenziali per alcuni aspetti simili al lavoro subordinato
• che dev’essere ricondotto a uno o più progetti descritti dal committente e gestiti dal collaboratore.

Il lavoro a progetto deve essere quindi collegato a un determinato risultato finale, garantendo:

• al lavoratore la massima flessibilità e la possibilità di definire tempi e modalità dello svolgimento in autonomia;
• all’azienda la possibilità di concentrare le risorse su singoli progetti e su un arco di tempo limitato, impiegando il lavoratore in ottica del raggiungimento di un risultato piuttosto che in una fascia oraria definita.

Dal 25 giugno 2015, con l’entrata in vigore del decreto n.81/2015 del Jobs Act sulla revisione delle tipologie contrattuali e disciplina delle mansioni, il contratto a progetto è abrogato, insieme all’associazione in partecipazione e al lavoro ripartito. Questo significa che dal 25 giugno 2015 un datore di lavoro non può più assumere con contratto a progetto, mentre i contratti a progetto in vigore possono essere portati alla scadenza.

Guarda cosa sta succedendo.

  • Jobless Society Lectures: tre incontri sul formazione, welfare e nuove povertà

“Jobless Society Lectures”: Martin Laba, Bruno Palier e Muhammad Yunus in Fondazione Feltrinelli

Viviamo in un’era in cui il lavoro appare sempre più frammentato e “uberizzato”, con un generalizzato aumento...

  • #ExperienceWorkDay 2018 per ispirare e orientare giovani studenti

Al via la seconda edizione dell’Experience Work Day

Ispirare e orientare le nuove generazioni significa permettere alle società e alle economie di crescere. Per questo, parte della nostra mission...

“Jobless Society Lectures”: il Professore Martin Laba in Fondazione Feltrinelli

Viviamo in un’era in cui il lavoro appare sempre più frammentato e “uberizzato”, con un generalizzato aumento...