GTCI 2020: l’attraction dei talenti nell’era dell’Intelligenza Artificiale

Il 22 gennaio è stata presentata a Davos, in Svizzera, la settima edizione del Global Talent Competitiveness Index (GTCI), l’indice internazionale che classifica 132 nazioni in base alla loro capacità di attirare, coltivare e fidelizzare i talenti.

Lo studio, realizzato da The Adecco Group, INSEAD e Google, quest’anno si è concentrato sul tema dell’Intelligenza Artificiale: un fattore che, se sfruttato in modo adeguato, rappresenta un’opportunità rilevante per i mercati emergenti di compiere un salto in avanti nella competizione.

Nonostante sia piuttosto in ritardo da questo punto di vista e rispetto all’utilizzo delle nuove tecnologie, l’Italia ha guadagnato due posizioni rispetto allo scorso anno, classificandosi al 36° posto. Dal 2015 siamo così saliti di ben 5 posizioni. Ciò è dovuto, soprattutto, alla capacità di fidelizzare i talenti che già abitano qui, grazie all’ottima qualità dello stile di vita, e alla presenza di robot nel panorama industriale. Tuttavia, questo non è stato sufficiente per sopravanzare Paesi come Cile e Lituania.

Per quanto riguarda le prime posizioni, l’indice di competitività ha confermato ancora una volta la Svizzera come il Paese più attrattivo a livello mondiale, seguita da Stati Uniti e Singapore. Nella top ten figurano, inoltre, ben quattro nazioni scandinave: Svezia (4°), Danimarca (5°), Finlandia (7°) e Norvegia (9°).

Anche nel ranking relativo alle singole città ha avuto un forte impatto l’indicatore legato all’innovazione tecnologica e tra le città italiane ci sono importanti novità. Milano ha, infatti, scalato la classifica attestandosi al 41° posto, guadagnando 32 posizioni in più rispetto al report 2019 e ottenendo il primato tra i centri urbani del nostro Paese. Al secondo posto troviamo Roma (70°), seguita da Bologna (74°) e Torino (99°).

A livello globale, invece, la metropoli che attrae maggiormente i talenti è New York, che ha raggiunto la vetta e precede Londra e Singapore.

Per avere maggiori dettagli, è possibile consultare il report completo e l’infografica appositamente realizzata.

Guarda cosa sta succedendo

Monocle e Alain Dehaze – resilienza

L’epidemia di Covid-19 ha modificato per sempre il mercato del lavoro e sebbene alcuni cambiamenti, come la digitalizzazione dei processi produttivi, la delocalizzazione degli spazi di lavoro ...

2020-02-04T16:52:20+01:00