Il lavoro che verrà – 20222022-11-30T17:08:50+01:00
Chi siamo
Ripartire dal futuro
Giovani e lavoro
Futuro del lavoro
Diritto del lavoro

WEBINAR

Ripartire dal futuro: il lavoro che verrà

Dopo l’emergenza pandemica, ci troviamo di fronte a un mercato del lavoro caratterizzato da un rinnovato dinamismo e contrassegnato da esigenze e tendenze peculiari. Maggiore attenzione al work-life balance, lavoro ibrido, nuove strategie HR, riorganizzazione del workplace, PNRR, transizione ecologica e digitale, sono solo alcuni dei grandi trend che stanno scrivendo il presente e il futuro del lavoro.

Per analizzare e comprendere più in profondità queste e altre trasformazioni in atto, abbiamo deciso di osservare da vicino quattro tra le industry più rilevanti del nostro Paese, attraverso altrettanti incontri dedicati: Life Science, Pubblica Amministrazione, Food Service, Banking.

Banking

Le nuove sfide del Banking: customer experience ed employee experience

Negli ultimi anni, l’evoluzione del mondo bancario ​è stata rapida e intensa: fusioni, ristrutturazioni, digital transformation e una forte competizione hanno mutato radicalmente il settore.​ In questo scenario, qual è il ruolo delle risorse umane per soddisfare la nuova customer experience? ​

A questa e molte altre domande risponderemo il 25 novembre alle ore 11:30, nel corso del quarto appuntamento del nostro ciclo “Il lavoro che verrà 2022”.

Sono intervenuti:

Andrea Zirilli, VP Sales Italy The Adecco Group
Massimo Scolari, Presidente Ascofind
Giorgio Mieli, Direttore Risorse Umane Banca del Fucino
Salvatore Poloni, Co General Manager Banco BPM
Alessandra Rizzi, Head of Human Resources & Organization Zurich Bank
Stefano Andreani, Founder & Ceo Opentech.com
Francesca Audino,
Recruiting Coordinator BNPP Italia

Food Service

Le nuove sfide del Food Service: attrattività, innovazione e creazione di nuove competenze

La pandemia e successivamente il conflitto hanno influenzato significativamente alcune dinamiche nella ristorazione organizzata.
Fenomeni quali talent scarcity, skill mismatch e great resignation hanno avuto un forte impatto sul settore. Le realtà della ristorazione collettive e commerciale stanno oggi ponendo grande attenzione alle trasformazioni in atto, specialmente quella tecnologica.
Diventa sempre più centrale investire sulle competenze, prevedere azioni per potenziare l’engagement di clienti e dipendenti, e fare leva su nuove soluzioni digitali per far fronte alle nuove sfide del mercato e ai nuovi modelli di business.
Quali strategie possono attuare le aziende per tutelare la sostenibilità del business nel lungo periodo?

Organizziamo un confronto tra i manager del settore con l’obiettivo di condividere valore attraverso le loro esperienze maturate sul campo.​

Interverranno:

Andrea Zirilli, VP Sales Italy The Adecco Group
Nadia Piscioneri,
National Industry Leader The Adecco Group
Chiara Rivella,
People & Culture Manager Autogrill Italia S.p.A.
Diego Montrone,
Founder e Presidente Galdus Formazione
Vincenzo Di Marco,
Direttore Risorse Umane Qualità e Sicurezza Pellegrini S.p.A.
Davide
Canavesio, President & CEO Blooming Group S.p.A.
Corrado Luca Bianca,
Coordinatore Nazionale FIEPET Confesercenti

Public Sector

Attrarre e gestire i talenti nel Public Sector: una sfida manageriale strategica

Il Settore Pubblico sta vivendo una fase di profonda e radicale trasformazione. Grazie alla riforma prevista nel Piano Nazionale Ripresa e Resilienza (PNRR), le Pubbliche Amministrazioni sono al centro di un forte cambiamento di processi relativo all’inserimento di nuove risorse e alle modalità di gestione e sviluppo delle competenze. Le società partecipate, a loro volta, sono chiamate a contribuire a grandi progetti previsti dal PNRR,  ridisegnando ed erogando i servizi pubblici di propria competenza.

Abbiamo parlato di employer branding, piani di upskiling e reskilling, iniziative di mentoring e reverse mentoring, e smart working.

Sono intervenuti:

Andrea Zirilli, VP Sales Italy, The Adecco Group
Alessandra Spagnolo, Public Sector Director, The Adecco Group
Guido Stratta, Direttore People & Organisation Gruppo ENEL
Michele Bertola, Direttore Generale del Comune di MONZA, Presidente ANDIGEL
Massimiliano Paladini, Responsabile Direzione Risorse Umane Alia Servizi Ambientali S.p.A.

Life Science

Quale orizzonte per i modelli ibridi nell’era della Great Resignation?

L’approccio delle aziende Life Science

L’equilibrio tra vita professionale e privata è diventato negli ultimi due anni un fattore determinante nella scelta delle organizzazioni da parte dei lavoratori. Ogni azienda non può prescindere dal tenere in considerazione i vantaggi del lavoro ibrido, in particolare in un contesto di Great Resignation, Skill Gap e Talent Scarcity.

Ma quali saranno le prossime sfide che dovranno affrontare le aziende Life Science? Quali le azioni che dovranno mettere in atto?

Ne hanno discusso:

Andrea Zirilli, VP Sales Italy, The Adecco Group
Giacomo Maida, National Industry Leader, The Adecco Group
Laura Bruno, HR Head, Sanofi Italy
Valentina Figna, Direttore HR, Roche Diabetes Care Italy
Alfredo Parato, HR Country Head, GSK Italy

Guarda cosa sta succedendo

Il nostro Gruppo partner del Jobless Society Forum

Con l’obiettivo di approfondire le dinamiche dello scenario attuale, caratterizzato da forti e rapide trasformazioni, inflazione crescente e nuove necessità, il 2 dicembre si terrà la quinta edizione del Jobless Society Forum.