Stiglitz: Lavoro per tutti nell’era dei robot? L’Occidente (per ora) non ha una risposta


“La diseguaglianza non è un destino”: così s’intitolava la lecture pubblica del Premio Nobel per l’Economia Joseph Stiglitz su Lavoro & Diseguaglianza che si è tenuta la scorso dodici maggio presso la Fondazione Feltrinelli, nel contesto di un ciclo di incontri organizzato in collaborazione con The Adecco Group.

E proprio di lavoro e disuguaglianza ha parlato Stiglitz nella breve video intervista realizzata a margine dell'evento: «Nei prossimi cinque anni in Europa ci saranno continui problemi legati alla disoccupazione, soprattutto giovanile, e l’ingresso dell’intelligenza artificiale nel mondo del lavoro – ha spiegato -. Saranno queste le sfide più importanti per le economie occidentali. Europa e Stati Uniti dovranno capire di quali tipi di competenze avranno bisogno le persone per competere con i robot e gli strumenti offerti dall’intelligenza artificiale. L’economia occidentale dovrà capire come fornire lavoro e occupabilità non solo per quella piccola fetta di popolazione cha ha già un dottorato o qualifiche più alte, ma per quasi tutti i cittadini. Secondo Stigliz non c’è una risposta ovvia».

Di |2024-06-14T07:22:27+01:00Ottobre 13th, 2017|futuro del lavoro, MF|0 Commenti