Per stare bene bisogna scegliere la semplicità


Nell’ultimo anno e mezzo abbiamo sentito e letto spesso parole come agile working, dinamicità e semplificazione dei processi aziendali, fluidità del tempo e degli spazi, flessibilità della forza lavoro. Tutti termini che sono, sì, la risposta più immediata alle urgenze emerse durante la pandemia, ma che diventano anche un’esortazione a trovare nuove vie per vivere e lavorare meglio nella normalità che ci attende fuori dallo stato emergenziale. E in questa cornice, l’obiettivo più importante, tanto per le persone quanto per le aziende, è cercare di raggiungere uno stato soddisfacente di benessere, una condizione di felicità tutt’altro che astratta, ma assolutamente concreta e tangibile. Per raggiungere un fine simile non occorre altro che semplicità.

Durante l’evento di PHYD “La nuova giornata di lavoro. Quando il benessere parte dalla semplicità, Carlo Rinaldi, Chief Marketing Officer di Glickon, una delle realtà più innovative nel mondo dei servizi HR che combina abilmente tecnologia, gamification e data analytics, spiega perché semplice è la parola chiave del cambiamento e anche la strategia più efficace per stare bene, soprattutto in un ambiente di lavoro.

Gran parte delle persone che ci contattano ci dicono che ogni mattina quando si alzano vorrebbero fare qualcosa di significativo, poi vanno al lavoro e l’unica cosa che fanno tutto il giorno è rispondere alle mail o fare riunioni.

Carlo Rinaldi, Chief Marketing Officer di Glickon

Tutto inizia da un bisogno «Gran parte delle persone che ci contattano ci dicono che ogni mattina quando si alzano vorrebbero fare qualcosa di significativo, poi vanno a lavoro e l’unica cosa che fanno tutto il giorno è rispondere alle mail o fare riunioni». Questo desiderio di essere rilevanti, l’input fisiologico verso il cambiamento, si scontra però di frequente con una macchina organizzativa lenta e complessa, mossa da ingranaggi che, seppure ben oliati, finiscono per inghiottire idee, talenti e volontà di fare. Rinaldi suggerisce, quindi, in prima istanza di abbandonare le vecchie abitudini – quel “si è sempre fatto così” che a volte diventa un alibi per l’immobilità – e di adottare nuovi comportamenti, concentrando i propri sforzi solo su quelle good habit che conducono al miglioramento di sé e dell’ambiente in cui si lavora. Certo ci vuole coraggio e anche un’attitudine alla ribellione, all’azione lontano dalla propria zona di comfort, come ripete spesso Luca Foresti, CEO del Centro Medico Santagostino. Semplificare non è un’azione facile, al contrario, come scriveva Bruno Munari:

Complicare è facile, semplificare è difficile. Tutti sono capaci di complicare. Pochi sono capaci di semplificare.

Simplify Human Experience è la mission di Glickon, semplificare l’esperienza umana vuol dire creare esperienze positive, che abbiano senso e che generino valore, «perché oggi più di ieri ci serve semplicità per stare bene». Perché proprio oggi, ci ricorda Rinaldi, ci troviamo a gestire la complessità del lavoro da remoto e a domandarci continuamente cose come “dove trovo il link alla call o il link per aprire un ticket all’IT? O il mio piano vacanze?” In media trascorriamo quasi il 20% della nostra giornata alla ricerca di file o di informazioni di questo genere. Sono quasi 2 ore al giorno che potrebbero essere impiegate in maniera di gran lunga più produttiva.

Cos’è dunque la semplicità secondo Rinaldi? «Non impazzire per cercare tra centinaia di link, siti e applicazioni diverse un’informazione, un documento, una presentazione, un curriculum». Per questo, per semplificare e risparmiare tempo, nasce LinkBiz, l’app di Glickon che racchiude in un unico posto tutto quello che serve ad aziende, impiegati e candidati per gestire al meglio la loro giornata ed essere rilevanti, ma anche per fare rete, condividere, attivare collaborazioni in team. In un mondo sempre più phygital, questo servizio è la combinazione delle due anime, un ponte tra la realtà digitale e quella fisica, un ecosistema integrato e agile adatto a chi vuole sperimentare percorsi non ancora completamente battuti. Uno strumento semplice, appunto.

Per approfondire il tema e ascoltare il talk, è sufficiente registrarsi sul sito di PHYD.

 

 

Di |2024-06-14T07:26:16+01:00Luglio 28th, 2021|Innovazione, Lifestyle, MF|0 Commenti